Il responsabile dell'MPC in Ticino
Il responsabile dell'MPC in Ticino (©Tipress)

Terremoto all'MPC

Sospeso con effetto immediato il responsabile della sede di Lugano del Ministero pubblico della Confederazione Pierluigi Pasi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Terremoto alla sede di Lugano del Ministero pubblico della Confederazione (MPC): il 51enne procuratore capo dell'antenna ticinese Pierluigi Pasi è stato sospeso con effetto immediato dalla carica.

La decisione è stata comunicata martedì sera dal procuratore generale Michael Lauber che mercoledì mattina è sceso in Ticino per informare il personale della sede di Lugano. La notizia è giunta come un fulmine a ciel sereno, in quanto nessuno si aspettava una misura così drastica nei confronti di un magistrato di lungo corso come Pasi.

Pasi è stato sospeso con effetto immediato dalle sue funzioni per divergenze fondamentali nella sua condotta della sede distaccata dell'MPC, comunica il portavoce della Procura federale André Marty senza sbilanciarsi ulteriormente. Pasi, 51 anni, dirige l'antenna ticinese dal 2003 ed è procuratore molto noto per la sua collaborazione in diverse procedure con le autorità giudiziarie italiane.

Non si sa se la sospensione di Pierluigi Pasi sia in relazione con la comunicazione di tre settimane fa riguardante l’intenzione del procuratore generale della Confederazione Michael Lauber di lasciare a casa cinque colleghi per rendimento insufficiente: uno a Lugano, uno a Losanna e tre a Berna. Una misura, si allora, si ipotizzava avrebbe toccato due ticinesi: un magistrato attivo nella sede di via Sorengo e uno trasferito tempo fa dal Ticino a Berna.

Pierluigi Pasi è procuratore federale dal 2003 (iniziò la sua attività a Berna). Dal 2012 è responsabile anche della coordinazione della lotta alla criminalità organizzata italiana in Svizzera. In carriera si è occupato di numerosi casi: dal crack Parmalat ai fondi neri Finmeccanica, dalle tangenti alla 'ndrangheta.

Red.MM/CSI

Dal Quotidiano:

Sospeso il procuratore federale Pasi

Sospeso il procuratore federale Pasi

Il Quotidiano di mercoledì 03.06.2015

Condividi