Il Governo ticinese sostiene l'inizio della seconda tappa della riforma "Ticino 2020" (archivio Ti-Press)

Ticino 2020, i prossimi passi

Varata la seconda tappa del progetto per una nuova ripartizione di compiti e flussi finanziari tra cantone e comuni: scuola e terza età gli aspetti cardine

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

E’ stata data luce verde all’avvio della seconda tappa del progetto “Ticino 2020”, con la prospettiva di verificare la sostenibilità tecnica, procedurale e finanziaria in merito a una diversa ripartizione dei compiti e dei flussi tra il cantone e i comuni, con particolare riferimento a settori chiave come quello della scuola e della terza età, riconoscendo così l’autonomia esecutiva delle singole autorità locali.

Il Consiglio di Stato ha reso noto mercoledì che entro la fine di quest’anno sarà pronta la proposta condivisa, “successivamente sottoposta a consultazione”. Il Governo cantonale ha valutato con favore la proposta trasmessa dal Comitato strategico del progetto “Ticino 2020”. Nelle prossime settimane la direzione del progetto affidata a Marzio Della Santa e Michele Passardi “pianificherà nel dettaglio lo svolgimento dei lavori per i quali saranno coinvolti attivamente ed equamente i funzionari e i politici cantonali e comunali coinvolti”.

Sempre il Comitato strategico ha stabilito che la seconda tappa dovrà concludersi entro il dicembre 2020, dopodiché la proposta di suddivisione dei compiti e dei flussi finanziari andrà in consultazione, prima di approdare in Parlamento e in Governo.

Fase decisiva nel rapporto Cantone-Comuni

Fase decisiva nel rapporto Cantone-Comuni

Il Quotidiano di mercoledì 19.02.2020

 
EnCa
Condividi