Il radar era stato posato nel maggio 2005
Il radar era stato posato nel maggio 2005 (rsi/diem)

Tolto il radar dei record

San Vittore, sparita la postazione fissa più redditizia del mondo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il radar fisso di San Vittore non c’è più. Martedì mattina la postazione per la rilevazione della velocità più redditizia della Svizzera e del mondo è stata smantellata. Dell’apparecchio che nel corso della sua esistenza ha scattato la temuta foto a migliaia di automobilisti in transito tra Castione a Roveredo non c’è più traccia.

L'installazione è stata tolta perché entro breve inizieranno i lavori di allargamento dell'A13
L'installazione è stata tolta perché entro breve inizieranno i lavori di allargamento dell'A13 (RSI/Diem)

Il radar fisso di San Vittore, entrato in funzione nel maggio 2005 nello stesso punto in cui in precedenza si trovava il vecchio apparecchio a cassone vandalizzato nel 2003, nel corso della sua esistenza ha pizzicato all’incirca mezzo milione di conducenti (in maggioranza stranieri) dal piede troppo pesante con una media di oltre 100 multe al giorno.

L’installazione - il cui costo di 370'000 franchi è stato ammortizzato nel giro di pochi mesi – in questi anni ha garantito cospicui introiti al Circolo di Roveredo e al cantone dei Grigioni. Grazie al suo operato nel solo 2013 sono state emesse 52'000 contravvenzioni per un totale di 6,7 milioni di franchi di incassi. Una cifra da primato (superiore a quella generata da tutti i radar della città di Zurigo insieme) che ha portato San Vittore a conquistare rinomanza mondiale.

Diego Moles

Condividi