Un momento della conferenza stampa

Tram-treno, dal 2020 al 2021

Zali: "Abbiamo rivisto il progetto, ci aspettiamo meno contenziosi. Via ai lavori nel quadriennio"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

I lavori per il "tram-treno" del Luganese dovrebbero iniziare in questo quadriennio. Lo ha confermato giovedì il direttore del Dipartimento del territorio ticinese, Claudio Zali. "I ricorsi hanno permesso di ottimizzare il tracciato centrale che ora ha subito importanti modifiche che dovrebbero risolvere buona parte dei contenziosi. Il progetto verrà ripubblicato e ci si aspettano meno opposizioni", ha detto Zali.

La revisione prevede un solo accesso al comparto industriale, mentre è in fase di valutazione il mantenimento di un secondo all'altezza della stazione di servizio ENI come pure il sottopasso Manno-Suglio per far transitare i convogli al di sotto della strada cantonale. Nel corso del 2020, dopo la pubblicazione del progetto, partirà la procedura di approvazione da parte dell'Ufficio federale dei trasporti, mentre per la fine dell'anno è previsto l'arrivo del nuovo materiale rotabile FLP. Avvio dei lavori nel 2021 e non nel 2020 come inizialmente previsto.

Mantenimento del secondo accesso alla zona industriale
Mantenimento del secondo accesso alla zona industriale (RSI/pk)

La rete prevede il collegamento diretto tra la Valle del Vedeggio e il centro di Lugano con estensione fino a Manno.

Il sottopasso in fase di valutazione
Il sottopasso in fase di valutazione (RSI/pk)
I prossimi passi
I prossimi passi (RSI/pk)
Modifiche al progetto tram-treno

Modifiche al progetto tram-treno

Il Quotidiano di giovedì 18.04.2019

 
CSI/px
Condividi