Verde speranza (Keystone)

Turismo in fermento

Dalla Valposchiavo al Locarnese, gli investimenti e le idee innovative non mancano per rilanciare il settore alberghiero

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La formula delle vacanze entro i confini nazionali sta funzionando. Se ne sono accorti anche in Valposchiavo, dove per il mese di luglio le prenotazioni hanno superato ogni più rosea aspettativa. Il settore è in fermento, tra storici hotel che cambiano gestione e altri che aumentano i posti letto grazie a collaborazioni inusuali con la congregazione delle suore agostiniane. C'è chi è stato anche premiato per gli investimenti fatti, con un aumento delle stelle.

Le cose stanno dunque andando meglio del previsto, come spiega Flavio Lardi, titolare dell'hotel La Romantica di Poschiavo: "Non ci lamentiamo dal lato hotel, quello che manca sono tutti gli extra paralleli, come i pranzi e i matrimoni". Eventi che nella maggior parte dei casi sono stati spostati al 2021. Lo stesso albergatore si è poi soffermato sull'importanza dell'indipendenza dalle piattaforme di riservazione, una filosofia che ha fatto sua già da molto tempo: "Abbiamo meno del 10% di riservazioni online, puntiamo sul passa parola, che non mi costa niente in confronto alle commissioni imposte dai siti".

La voglia di turismo la si nota anche a Muralto, dove sono sorte due nuove strutture molto diverse fra loro: da una parte un 4 stelle con 46 camere vista lago, dall'altra una boutique hotel con otto stanze e una suite. La prima è pensata soprattutto per gli sportivi e adotta materiali rispettosi dell'ambiente, pannelli solari e sistemi di riciclo della acque locustri. La seconda sorge poco lontana, in collina. I primi risultati, secondo gli addetti, fanno ben sperare per l'avvenire. La rinascita del settore è stata  sostenuta dal comune.

Muralto amplia l'offerta alberghiera

Muralto amplia l'offerta alberghiera

New Articles di venerdì 26.06.2020

 
FD/Grigioni Sera
Condividi