Unia: "Salario, reddito e dignità"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
La lotta per l'aumento degli stipendi sarà al centro dell'attività di Unia nel 2020 in Ticino, insieme al confermato ricorso al Tribunale federale contro la legge sugli orari di apertura dei negozi. Il sindacato ha convocato la stampa martedì per tracciare un bilancio dell'attività nel 2019 e per lanciare le sfide dell'anno appena cominciato. Il primo comprende la delusione per la nuova legge sul salario minimo e la fallita raccolta di firme contro la riforma fiscale "non è buon modo di cominciare il 2020", ha ammesso il segretario generale Giangiorgio Gargantini. Si riparte dalle parole d'ordine salario, reddito e dignità.
Condividi