The Post, di Steven Spielberg - TG 20 di domenica 28.01.2018

Rispuntano i Pentagon Papers

"The Post" di Steven Spielberg narra i retroscena della vicenda che contribuì alla fine della guerra del Vietnam nel 1975

domenica 28/01/18 22:27 - ultimo aggiornamento: domenica 28/01/18 23:27

I Pentagon Papers che nel 1971 svelarono i retroscena della guerra del Vietnam e il ruolo cruciale dell'editrice del Washington Post Kay Graham e del direttore Ben Bradlee nel renderli pubblici, tornano a far discutere gli Stati Uniti. A 43 anni dalla fine del conflitto terminato il 30 aprile 1975, i documenti sono infatti al centro del 31esimo film di Steven Spielberg.

In Europa la pellicola con Tom Hanks e Meryl Streep uscirà il 1. febbraio dopo le ultime anteprime. Negli USA è stata letta come una denuncia degli attuali pericoli della libertà di stampa. Ma pure come un attacco a Donald Trump, quale successore degli inquilini della Casa Bianca sia repubblicani che democratici (Truman, Eisenhower, Kennedy e Johnson) pesantemente coinvolti nella vicenda per aver insabbiato i documenti dai quali emergeva che ai vertici dello Stato da tempo si era ben coscienti che l'America non avrebbe vinto il conflitto.

Un intreccio tra politica e ruolo dei media che nel 1974 portò alle dimissioni di Richard Nixon a seguito dello scandalo Watergate e delle intercettazioni ordinate per bloccare la diffusione dello studio segreto del Dipartimento della difesa che contribuì a far cambiare idea agli statunitensi sulla guerra che stavano conducendo in Asia.

Diem/TG

Seguici con