La firma di Jean Calvin (keystone)

Calvino è tornato a Ginevra

Il cantone si riappropria di un reperto firmato dal riformatore nel 1553. Stava per essere venduto all'asta

giovedì 12/10/17 17:04 - ultimo aggiornamento: giovedì 12/10/17 21:02

Un documento firmato da Giovanni Calvino nel 1553 è stato riconsegnato ufficialmente giovedì al canton Ginevra. Si tratta di un foglio paga in cui il riformatore religioso attestò di aver ricevuto la somma di 125 fiorini per il suo mandato di ministro del culto.

Il reperto (del valore stimato fra i 20'000 e i 30'000 dollari) venne rubato nel 1800, ed è stato poi ritrovato a New York lo scorso novembre nella collezione di un teologo inglese. La casa d’aste Sotheby’s stava per metterlo in vendita, ma gli archivi ginevrini (nei quali sono già conservati altri documenti simili) hanno chiesto la sua restituzione, allo scopo di scoraggiare il mercato per questo tipo di documenti.

 

La solenne cerimonia di riconsegna si è svolta giovedì e vi hanno partecipato rappresentanti della casa d’aste e membri dell’”Alleanza internazionale per la protezione del patrimonio nelle zone di conflitto”.

ATS/Bleff

TG 20 di giovedì 12.10.2017  

Scopri di più:

- Calvino su Wikipedia

Seguici con