La struttura è stata identificata grazie alle immagini satellitari (Fondo nazionale svizzero)

Principe sepolto nella palude

Un archeologo svizzero ha scoperto nel sud della Siberia il più grande e antico tumulo funerario scita

giovedì 11/01/18 08:51 - ultimo aggiornamento: giovedì 11/01/18 08:51

Una tomba di un principe degli sciti è stata scoperta in una palude del sud della Siberia grazie al lavoro di un archeologo dell'Università di Berna, sostenuto dal Fondo nazionale svizzero per la ricerca scientifica.

Il tumulo funerario, il più grande e antico del suo genere, non è stato scoperto da Gino Caspari grazie a una pala ma con un computer. Analizzando le immagini satellitari ad alta risoluzione di Tuva, dove erano già state rinvenute altre tombe, ha identificato una struttura circolare.

Degli scavi esplorativi hanno confermato che si tratta di una tomba di un principe risalente al IX secolo avanti Cristo e si spera di trovarvi reperti in ottimo stato di conservazione. Lo strato esterno di pietre con cui sono costruiti i tumuli permette infatti al permafrost di restare congelato tutto l'anno, preservando anche i reperti organici e delicati.

ATS/sf

Per saperne di più: l'articolo scientifico sulla scoperta (in inglese)

Seguici con