Uno scenario suggestivo (Ti-Press / Davide Agosta)

Storie in cava ad Arzo

La 19esima edizione del Festival di narrazione è incentrata sui racconti di viaggio

  • Ascolta
  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le rinate cave di Arzo quest’anno saranno il palcoscenico principale del Festival internazionale di narrazione. La 19esima edizione, a causa di un cambio di programma dovuto all’assenza della compagnia degli S(l)egati impossibilitata a presenziare per presentare il suo spettacolo "Un alt(R)o Everest", comincerà venerdì 31 agosto con il concerto dei XCellos alle 18.30 per proseguire fino alla sera di domenica 2 settembre.

 

Il fil rouge del programma 2018 saranno le storie di viaggio (ma non di turismo) con il loro potere evocativo, di scoperta di altri mondi, di trasformazione interiore e di aggregazione. Racconti che invitano all’ascolto e alla condivisione di idee, esperienze ed emozioni. Una vicinanza ideale, ma anche fisica, che il Festival da sempre stimola favorendo l'incontro tra le persone che vi partecipano: gli artisti, gli spettatori di tutte le età (numerosissime le proposte specifiche per bambini, ragazzi ed adolescenti) e gli abitanti dei paesi della montagna che da sempre accolgono la manifestazione e contribuiscono a renderla possibile.

Diem/CSI
Condividi