Sentinel-2B fa parte del programma Copernicus che conta altre quattro sonde già in orbita
Sentinel-2B fa parte del programma Copernicus che conta altre quattro sonde già in orbita (keystone)

Foreste sorvegliate speciali

Un nuovo satellite invierà dal 2017 informazioni sullo stato di salute delle aree verdi del pianeta

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un nuovo satellite, che dal 2017 fornirà preziose informazioni sullo stato di salute di tutte le aree verdi del pianeta, è stato presentato martedì al centro dell'ESA per la tecnologia in Olanda, a Noordwijk.

Il suo nome è Sentinel-2B e fa parte del programma Copernicus — promosso dall'Agenzia spaziale europea e dalla Commissione UE — che conta altre quattro sonde già in orbita. Insieme al gemello Sentinel-2A (lanciato nel 2015) trasmetterà immagini della vegetazione sul pianeta a intervalli di cinque giorni grazie a fotocamere in grado di registrare 13 diverse lunghezze d'onda, dal visibile al vicino infrarosso.

Fioritura di fitoplancton al largo della Scozia, una delle tante immagini del programma Copernicus
Fioritura di fitoplancton al largo della Scozia, una delle tante immagini del programma Copernicus (ESA)

"Si potrà misurare il tasso di crescita delle piante quasi in tempo reale", ha spiegato Bianca Hoersch, responsabile di Sentinel-2B. Dati del genere, ha aggiuto, potranno permettere di "ottimizzare l'uso di fertilizzanti e concimi, con un risparmio importante per i contadini".

Il 5 gennaio sarà inviato alla base europea di Kourou (nella Guyana Francese). Il lancio, con il razzo Vega, è programmato per marzo 2017.

ATS/px

Per saperne di più: il sito web dell'ESA

Condividi