Meteo, un passo avanti

Previsioni più precise grazie a una nuova costellazione di satelliti completata con MetOp-C

Le previsioni meteo saranno sempre più precise grazie al nuovo satellite — MetOp-C — lanciato mercoledì alla 1.47 (ora svizzera) dalla base europea di Kourou (Guiana francese), il terzo della sua costellazione dopo MetOp-A e MetOp-B, lanciati rispettivamente nel 2006 e nel 2012 e che avevano già permesso di ridurre l'errore sui bollettini del 27%.

 

Questi strumenti — realizzati da un consorzio industriale guidato da Airbus Defence and Space — sono equipaggiati con sensori di nuova generazione che raccolgono dati su tutta una serie di variabili atmosferiche, come temperatura, umidità, velocità del vento sopra gli oceani, ozono e altri gas.

La "famiglia" resterà insieme fino al 2022, anno in cui è previsto il ritiro di MetOp-A, e sarà poi man mano sostituita da una seconda generazione di satelliti MetOp.

"Questi satelliti sono la tecnologia più avanzata nel mondo in questo settore", commenta Graeme Mason, responsabile del programma MetOp per l'ESA. "Inoltre hanno già ampiamente superato gli anni di vita per i quali erano stati progettati, confermandosi come un eccellente investimento per la comunità meteorologica".

ATS/px
Condividi