(web)

Piccole caravan crescono

Due invenzioni da USA e Francia... per una vacanza selvaggia sulla strada grazie a soluzioni abitative minimali

Una volta c'era il Westfalia di Volkswagen, mitico caravan dei figli dei fiori. Oggi ci sono le piccole caravan, da agganciare dietro alla vettura con un minimo impatto durante il traino o, addirittura, da fissare al gancio a sbalzo esattamente come si fa con i supporti per le biciclette.

Sono soluzioni abitative minimali dal punto di vista delle dimensioni e del peso che possono però crescere per diventare una spaziosa alcova per due/tre persone: è il caso dell'americana Hitch Hotel e della francese 3X della BeauEr.

 

Hitch Hotel passa da 0,86 metri a 2,25 metri di lunghezza, naturalmente dopo averla staccata dal gancio dell'auto e averla posizionata a terra sui quattro piedi estensibili.

La caravan estensibile BeauEr 3X invece, quando viaggia dietro l'auto, è larga solo 1,9 metri - quindi come la maggior parte delle vetture - ma una volta a destinazione si apre elettricamente con un sistema a telescopio e in meno di 20 secondi diventa una comoda abitazione da quasi 12 mq con letto matrimoniale, bagno e pure angolo cucina.

ansa/joe.p.

Condividi