Cuccioli orfani sostenuti da una fondazione speciale
Cuccioli orfani sostenuti da una fondazione speciale (keystone)

Morta l'amica degli elefanti

Daphne Sheldrick ha speso la sua esistenza in Africa per assistere gli animali rimasti orfani a causa di bracconieri e siccità

Daphne Sheldrick, la nota ambientalista keniota che ha contribuito a proteggere circa 250 elefanti in Africa, è morta sabato all'età di 83 anni dopo una lunga battaglia contro un cancro al seno.

La fauna selvatica del paese africano, non solo elefanti ma anche rinoceronti, deve molto a questa donna che ha speso 60 anni della sua vita per proteggere questi straordinari pachidermi, soprattutto quelli rimasti orfani a causa dell'attività di bracconaggio.

Una donna speciale che ha combattuto fino all'ultimo anche per i suoi animali
Una donna speciale che ha combattuto fino all'ultimo anche per i suoi animali (keystone)

L'ente di beneficenza di cui faceva parte, che ha contribuito a creare nel 1977 - il David Sheldrick Wildlife Trust (DSWT) - ha annunciato la scomparsa dell'animalista sul proprio sito, scrivendo "Daphne viveva al fianco degli elefanti e imparava a leggere i loro cuori...ne capì le fragilità, l'intelligenza, la loro capacità di amare".

Operatori del rifugio mentre somministrano lo speciale
Operatori del rifugio mentre somministrano lo speciale "nettare" (reuters)

Sua è stata l'invenzione, dopo circa 30 anni di lavoro, di un alimento in grado di sostituire il latte materno per i piccoli pachidermi. E' stata autrice di libri, ha raccontato l'Africa in televisione ed ha ricevuto importanti riconoscimenti.

AFP/sdr

Condividi