06.11.2018644 visualizzazioni

Un Barbiere a Lugano - il documentario

Dietro le quinte della riuscita celebrazione rossiniana

Per la Svizzera italiana è stato l’evento musicale dell’anno – la prima opera interamente realizzata al LAC di Lugano – e l’importanza del progetto ha da subito valicato i confini regionali. La produzione televisiva del Barbiere di Siviglia realizzata dalla RSI ha infatti coinvolto fin dal principio l’intera SSR – in un’eccezionale dei rari progetti nazionali dedicati alla musica – e viene presentata in anteprima la sera del prossimo 6 novembre. Non si tratta però di una ri-trasmissione integrale di quanto capitato sul palco luganese a inizio settembre 2018, bensì di un’elaborazione audiovisiva – documentario, lo si potrebbe anche chiamare – dello spettacolo vero e proprio. Protagonisti assoluti sono Gioachino Rossini e il suo capolavoro comico, ma anche l’acclamato regista Andy Sommer che da un lato valorizza sia l’allestimento musicale di Diego Fasolis (con I Barocchisti e il Coro della Radiotelevisione svizzera accanto a un scintillante cast di solisti internazionali) sia l’allestimento scenico di Carmelo Rifici, ma dall’altro integra contenuti prodotti ad hoc e contestualizzati dai presentatori-mattatori Giuseppe Clericetti e Maria Victoria Haas, con l’insospettabile complicità di Daniela Fabello e del Telegiornale RSI.

Più video su questo tema