05.10.20181031 visualizzazioni

Bibita liscia o tassata? / Vietato prevenire

Sorseggiare una bibita zuccherata, un gusto dolce ma conseguenze amare: lo zucchero contenuto in aranciate, cole, gassose e via dicendo contribuisce a sovrappeso, obesità e malattie anche molto gravi. Perché sembra così difficile avere leggi adatte a proteggere la salute pubblica?

BIBITA LISCIA O TASSATA? di Emanuele di Marco e Remy Storni Sorseggiare una bibita zuccherata: gusto dolce ma conseguenze amare. Lo zucchero contenuto in aranciate, cole, gassose e via dicendo contribuisce a sovrappeso, obesità e malattie anche molto gravi. Un fenomeno mondiale in crescita e che non risparmia nemmeno la Svizzera. All’estero c’è chi reagisce. Nel Regno Unito è scattata la “soda-tax”: più zucchero contiene una bevanda, più i produttori devono pagare. Il risultato? Tutto da scoprire. Ma la domanda è lecita: perché in Svizzera non si applicano queste misure? Patti chiari ha verificato gli effetti su prezzi e tenore di zucchero delle bibite a Londra: il confronto con le stesse bevande disponibili in Svizzera, lascia di stucco. Un sorso lì e uno là, la salute se ne va: un giovane svizzero racconta la sua vicenda. I ragazzi sono i più colpiti: pubblicità aggressive, prezzi deboli. E una dietista londinese rivela realtà quotidiane fatte di obesità e sofferenza. Ma le calorie dello zucchero sono uguali a quelle provenienti da altri alimenti? Patti chiari chiama la scienza a mettere i puntini sulle “i”. E soprattutto, a cosa serve così tanto zucchero nelle bevande? Siamo andati a cercare le risposte tra degustazioni, esigenze del mercato e tecnologia alimentare. ATTENZIONE: QUESTO PARLAMENTO PUÒ NUOCERE ALLA VOSTRA SALUTE… Prod. RTS/Temps Présent Vietare la pubblicità di prodotti che nuocciono alla salute, come il tabacco, gli zuccheri, il cosiddetto cibo-spazzatura: è quanto suggeriscono ricercatori e addetti ai lavori, che dalla loro possono vantare pareri autorevoli come quello dell’Organizzazione mondiale della sanità. Eppure in Svizzera il messaggio fatica a passare: a Berna trovare una maggioranza che permetta di introdurre questi divieti sembra proprio “Missione: impossibile”; sia che si tratti del Consiglio nazionale, sia che si tratti del Consiglio agli Stati. È successo con la legge sui prodotti del tabacco, rispedita nel 2016 al Consiglio federale; è successo con la revisione della legge sulle derrate alimentari, dalla quale Camera alta e Camera bassa hanno stralciato un articolo che avrebbe permesso di limitare la pubblicità destinata ai bambini.

Pagina del programma

Ultimi episodi

Più video su questo tema