09.09.2018125 visualizzazioni

Siamo la Svizzera - Episodio 4

Protagonisti dell'ultima puntata il conducente per Autopostale Canad Cali, l’incisora Maëlle Bertarionne, il gruista Roger Siegenthaler e l’infermiera pediatrica Denise Schöni.

Canad Cali, conducente per Autopostale in Valle Onsernone Il giovane somalo è arrivato in Svizzera quando aveva circa 16 anni. Dato che non aveva documenti, la sua data di nascita è stata registrata il 1. gennaio 1992. Il suo vero nome è Hanad, Canad è un errore di scrittura alla registrazione, ma lui ha deciso di mantenere questo nome per la sua nuova vita in Svizzera. Canad è cresciuto in un orfanotrofio dopo aver perso i genitori a causa della guerra. A 15 anni ha deciso di fuggire dalla Somalia. Durante la traversata del Mediterraneo, il gommone su cui viaggiava stava affondando ma è stato tratto in salvo dalla Guardia costiera. Una volta giunto in Svizzera è stato assegnato al canton Ticino. Qui ha conosciuto sua moglie. Sono sposati da quattro anni e da un anno Canad ha il passaporto svizzero. Oggi ha 26 anni e lavora come autista di bus per la Posta in Valle Onsernone. A livello privato si impegna per il suo Paese d’origine tramite l’associazione che ha creato a sostegno delle donne vittime dell’infibulazione. Maëlle Bertarionne, incisora nel canton Neuchâtel La trentacinquenne di Neuchâtel è cresciuta a La Chaux-de Fonds. Come molti altri nella regione si è formata come incisora, per molto tempo una professione assai richiesta dall’industria orologiera. Maëlle ha lavorato per diverse aziende fino all’anno scorso. Poi, in seguito a delle ristrutturazioni, è stata licenziata. Solo nel canton Neuchâtel negli ultimi due anni sono andati persi cinquecento posti di lavoro nell’industria orologiera. Invece di cercare un nuovo lavoro, Maëlle ha seguito un corso tramite l’Ufficio di collocamento e ha deciso di mettersi in proprio. Con il suo compagno Sam e i suoi due gatti, tre anni fa si è trasferita a Brot-Plamboz, un paesino sperduto nel canton Neuchâtel. Roger Siegenthaler, gruista nell’Oberland bernese Roger Siegenthaler, 36 anni, bernese, non ha avuto vita facile. La sua famiglia era povera, suo padre era molto malato e lui era un pessimo studente. Solo con grande fatica è riuscito a terminare gli studi e a svolgere un apprendistato come carpentiere. Il suo datore di lavoro non poteva però assumere tutti gli apprendisti e così Roger è stato licenziato. Da quel momento ha dovuto arrangiarsi e fare l’aiutante, ma poi le cose sono cambiate. Cinque anni fa ha conosciuto sua moglie Nicole e oggi è padre di due bambini. La famiglia gli dà grande gioia e anche la sua vita professionale è in ripresa. Ha avuto l’opportunità di formarsi come gruista. Oggi è felice e soddisfatto.

Pagina del programma

Ultimi episodi

Più video su questo tema