26.11.20171192 visualizzazioni

Fatima, Lorenzo, Chiara. 24 scene di vita familiare

È l’alba e tre famiglie ticinesi di Morbio, Viganello e Malvaglia sono pronte ad iniziare la giornata. Una giornata di ordinaria quotidianità.

Un documentario di Dimitri Singenberger È l’alba. A Morbio Inferiore il sole filtra dalle gelosie. Chiara dorme profondamente. È immersa ancora nel mondo dei sogni. Franca, la mamma, le prepara la colazione e controlla attentamente che esegua tutte le faccende mattutine: vestirsi, pettinarsi, lavarsi i denti. Franca ha passato i primi cinque anni dalla nascita di Chiara senza riuscire a pronunciare le parole “William-Beuren”, che danno il nome alla rarissima sindrome di sua figlia. Intanto le lancette dell’orologio scorrono. Chiara è finalmente pronta a salire sul bus per andare al lavoro, presso un laboratorio protetto creato dalla Fondazione Diamante. Nel frattempo, a Viganello, Lorenza sveglia i suoi cinque figli, due dei quali - Fatima ed N’diaye - sono nati con sindrome di Down. Mentre Hamza, il papà, prepara la colazione, Lorenza pensa a vestire tutti quanti. La nascita della loro prima figlia, Fatima, ha tradito il sogno della famiglia perfetta che Lorenza avrebbe tanto voluto. Mentre Fatima è pronta per incamminarsi verso la scuola speciale, a Malvaglia, Mario a fatica veste il piccolo Lorenzo. Mario e Alice, genitori separati, lo hanno adottato alla tenera età di sei mesi: la vita del bambino è caratterizzata dalla sua emiplegia, un danno cerebrale che causa problemi psico-motori. Le tre famiglie sono pronte ad iniziare la giornata. Una giornata di ordinaria quotidianità. Sono storie piene di dolcezza, quelle che ci racconta Dimitri Singenberger in questo documentario: storie piene di una naturalezza quasi inaspettata, nonostante la fatica di vite costantemente confrontate all’handicap nei suoi risvolti più pragmatici. Cosa significa crescere ragazzi autonomi, relativamente indipendenti, malgrado tutte le difficoltà? Se ne parlerà anche in studio, in compagnia dell’ospite di questa settimana: psicologo da sempre attento ai temi della disabilità, Giangiacomo Carbonetti è anche il papà di Guido, un uomo ormai adulto, ipovedente e con sindrome di Down.

Pagina del programma

Ultimi episodi

Più video su questo tema