28.02.20161085 visualizzazioni

Hopp Suisse!

Max, Bruno e Julien giocano a calcio nell'Azatlaf, una squadra ticinese composta prevalentemente da persone affette da disturbi pischiatrici.

di Daniel Bilenko Max, Bruno e Julien giocano a calcio nell’Azatlaf, una squadra di calcio ticinese composta prevalentemente da persone sofferenti di disturbi pischiatrici. “Hopp Suisse!” racconta il loro viaggio verso la nazionale dei (cosiddetti) senzatetto e la Homeless World Cup 2015 di Amsterdam. Questa è una storia di calci: prima di tutto, quelli a un pallone giocato quattro contro quattro su un campo d’asfalto contornato da balaustre con musica a manetta e un pubblico non pagante appollaiato su gradinate removibili in zona urbana - lo streetsoccer, il calcio da strada. E poi, i calci che riscattano le vite delle persone, che si giocano l’esistenza senza parastinchi e con regole un po’ diverse - gli emarginati sociali, li chiamano. Insomma, gente abituata a ricevere calci ma anche a darli. In studio ci sarà un ex calciatore amatissimo in Ticino, che ha dedicato al sua seconda vita lavorativa all'ambito sociale: il direttore della Fondazione Il Gabbiano, Edo Carrasco.

Pagina del programma

Ultimi episodi

Più video su questo tema