05.03.20181253 visualizzazioni

Il mio sport è ballare

La danza sportiva rappresenta la trasposizione del ballo da disciplina artistica in disciplina sportiva, con regole proprie, competizioni e gare agonistiche suddivise in varie categorie. Ne parliamo con Enzo Paolo Turchi.

Documentario di Dimitris Statiris La danza sportiva rappresenta la trasposizione del ballo, generalmente di coppia, da disciplina artistica in disciplina vera e proria, con regole, competizioni e gare agonistiche suddivise in varie categorie. Un mondo di lustrini, di perfezione cercata e ricercata, di colori forti; un mondo che – soprattutto – è fatto di passione e sacrifici, e soprattutto di duri allenamenti. Una ragazzina rimasta senza partner che sogna di poter trovare un compagno con cui tornare a gareggiare; una coppia di veterani, medagliati a livello mondiale, che si allenano senza sosta per restare in vetta alla classifica; tre fratelli gemelli che si aiutano e si sostengono negli allenamenti come nella preparazione dei costumi. Sono questi i protagonisti di “Il mio sport è ballare”, un viaggio nel mondo della danza sportiva in tutte le sue declinazioni e stili. Per commentarlo, in studio, l’ospite di Rachele Bianchi Porro sarà Enzo Paolo Turchi: ballerino e coreografo di fama, uomo di spettacolo. Dalle collaborazioni con Rudolf Nureyev all’era d’oro della televisione commerciale, la sua è una lunghissima carriera sempre ai vertici del mondo della danza classica e moderna; senza dimenticare il suo zampino nell’invenzione di un ballo di coppia che con Raffaella Carrà farà il giro del mondo: il “Tuca tuca”. Il mio sport è ballare

Pagina del programma

Ultimi episodi

Più video su questo tema