(iStock )

Il pianoforte romantico

di Giuseppe Clericetti, con Costantino Mastroprimiano

martedì 13/02/18 20:30 - ultimo aggiornamento: venerdì 09/02/18 12:30

PRIMA FILA
Da martedì 13 a giovedì 15 febbraio, ore 20:30

Qual era la fattura dei pianoforti dell’Ottocento? Come funzionavano, come si suonavano? E perché il repertorio più amato dal pubblico di oggi appariva rivoluzionario? A queste e ad altre domande risponde Costantino Mastroprimiano, docente di pianoforti storici al Conservatorio di Perugia, a colloquio con Giuseppe Clericetti, in tre serate diffuse da Rete Due.

L’offerta sarà completata dall’ascolto di tre importanti Concerti per pianoforte del XIX secolo su strumenti storici:

Beethoven, Concerto n.5: Robert Levin e l’Orchestre Révolutionnaire & Romantique diretta da John Eliot Gardiner.

Chopin, Concerto n.1: Yulianna Avdeeva e l’Orchestra del Settecento diretta da Frans Brüggen.

Liszt, Concerto n.1: Bertrand Chamayou e Le Cercle de l’Harmonie diretto da Jérémie Rhorer.

13.02.18 Gli strumenti: il tramonto dei viennesi e la fama dei francesi

 

14.02.18 Il cambio della scrittura pianistica

 

15.02.18 Nuovi gesti e nuove posture

 

Catena della Solidarietà

Seguici con