La morte della ragione

di Giuseppe Clericetti

Il Giardino Armonico con Giovanni Antonini ci regala un’ottima registrazione di brani del Cinque e Seicento: la scelta di questo programma antologico, il cui titolo si riferisce a un verso di Petrarca, è sfiziosa, dotta, ed estremamente variata. I musicisti rivelano un’adeguata preparazione stilistica e una sopraffina esecuzione. EFFERVESCENTE.