Stefano Bollani

a cura di Sergio Albertoni e Valerio Corzani

BABILONIA
Magnifiche promiscuità sonore
Domenica 07 gennaio 2018 alle 13:30
Replica sabato 13 gennaio 2018 alle 22:35

Replica del 19.04.15

Il nostro ospite di oggi non ha bisogno di presentazioni, come si suol dire, anche perché non si tratta in realtà di un solo personaggio ma di una piccola folla. C'è il Bollani "classico", elegantissimo, con uno spartito di Ravel sotto braccio e una spilla del Gewandhaus appuntata sul frac, dono prezioso del Maestro Riccardo Chailly, e c'è il jazzista Bollani dall'aspetto decisamente più casual, il leader di un agguerrito trio "danese" e di originali gruppi "visionari", a suo tempo pupillo di Enrico Rava e oggi fiero interlocutore musicale di Chick Corea. In ritardo e senza fretta, fischiettando una melodia di Carosone, s'avanza poi il Bollani "cantante a tempo perso", padrone disinvolto di un vasto repertorio che non trascura nessuno, da Battisti a Jovanotti passando per Johnny Dorelli, tampinato da un saltellante Bollani carioca che sfoggia una maglietta originale di Pelé, infiammato dall'amore per la musica di Jobim e illuminato dall'incontro con il grande Caetano Veloso. E non è finita perché in studio con noi ci saranno anche l'autore di un romanzo dal titolo La sindrome di Brontolo, un Bollani brillante imitatore e un altro che ama improvvisarsi conduttore radiofonico e televisivo.

Stefano Bollani
Stefano Bollani

Non riusciremo a conoscerli tutti, naturalmente, e forse sarà difficile persino conoscerne almeno uno, ma di sicuro ci proveremo e in fondo Babilonia è anche questo, un'insondabile e fascinosa avventura radiofonica nell'universo infinito della musica.

S. Albertoni - S. Bollani - V. Corzani
S. Albertoni - S. Bollani - V. Corzani
Ora in onda Radio svizzera classica In onda dalle 1:30
Brani Brani in onda Ballade - Curtis Fuller Ore 1:53