Philip K. Dick

di Matteo Severgnini

Quest'anno ricorre il trentesimo anno della morte di Philip Kindred Dick (1928 – 1982). Philip K. Dick è famoso, sia in patria che in Europa (in Francia e in Italia negli anni ottanta divenne un vero e proprio scrittore di culto), come uno dei più importanti autori di fantascienza, insieme ad Asimov e Bradbury. Diversi suoi racconti e romanzi hanno determinato il genere e sono stati anche utilizzati per essere trasposti in film di grande qualità e successo, come ad esempio il romanzo “Ma gli androidi sognano pecore elettriche?” nel film “Blade runner” di Ridley Scott

In questa serie di puntate, avvalendoci anche del contributo dello scrittore e traduttore di Dick, Tommaso Pincio, si vuole fare una sintetica incursione nel mondo dickiano: ponendo l'attenzione su come la vita dello scrittore abbia influenzato la sua scrittura, sottolineando il rapporto con il governo statunitense, evidenziando le similitudini e differenze tra lo scrittore con gli altri grandi autori americani di fantascienza: Asimov e Bradbury.

12.11.12: L'adolescenza e il rapporto con le droghe e i medicinali - con Tommaso Pincio.

13.11.12: Il rapporto con il governo degli U.S.A - con Tommaso Pincio.

14.11.12: Philip, i vicini di casa: il mondo reale e il mondo ultradimensionale - con Tommaso Pincio.

15.11.12: I tre scrittori della grande fantascienza americana: similitudini e differenze - con Tommaso Pincio.

16.11.12: “Non si può scrivere di essere alieni e navi spaziali ed essere seri”: una provocazione.

Tags: blu come un'arancia, philipp k dick, scrittore, letteratura, fantadcienza, asimov, bradbury

Brani Brani in onda Pastorale d'ete - Pastorale d'ete. Poeme symphonique - Alexei Ogrintchouk; DIR / L'Orchestre de Chambre de Geneve; ENS Ore 9:38