Il disastro di San Paolo

di Flavio Stroppini

COLPO DI SCENA
Da lunedì 12 venerdì 16 maggio 2014 – ore 13.30

 

Sono passati novant'anni. La mattina del 23 aprile, verso le 2.30, alla stazione di smistamento di S. Paolo, presso Bellinzona, 2 treni rimorchiati da due locomotive si scontrarono. Il disastro causò 15 morti e molti feriti.

 

Ricordo quando ho visto la scatola. Di cartone, tenuta assieme da nastri adesivi ferroviari di una ventina d’anni fa. In un angolo, a penna la scritta

Colui che apre questa scatola sappia di aprire uno scrigno del tempo. 

Nessuno perda un solo documento che vi è contenuto.

L’ho aperta e dentro: perizie, fotografie, verbali, articoli di giornale, appunti di avvocati, elenchi di materiali e resti umani, circolari, telegrammi, orari ferroviari, lettere … Tutto il materiale di quel disastro era disordinatamente catalogato in quell’archivio improvvisato. E’ così che è nato il radiodramma. Bisognava restituire quella storia, farla rivivere, non farla dimenticare. Raccontare è anche restituire un pezzo di memoria alla popolazione. Sì, è questo un senso. Restituire la propria storia, le proprie storie. Flavio Stroppini

 

CON:

PROCURATORE - Claudio Moneta

SEGRETARIA - Anahì Traversi

ORELLI EMILIO il commesso di stazione di Ambrì Piotta - Igor Horvat

MINAZZOLI FEDERICO lo scambista di San Paolo - Matteo Carassini

TOTTI ANGELO l’altro scambista di San Paolo - Davide Garbolino

OTTINI GIUSEPPE il deviatore di Claro - Massimiliano Zampetti

RUEGG FRITZ il capostazione Biasca - Mario Cei

BUFFI CARLO il macchinista del 51B - Alessandro Castellucci

 

Vi ricordiamo il documentario teatrale “Prossima fermata Bellinzona” (sostenuto da RSI RETE DUE) in scena nel gennaio del 2015 al Teatro Sociale di Bellinzona. Prodotto dallo stesso Teatro, lo spettacolo di Flavio Stroppini e Monica De Benedictis parlerà dell'importanza sociale della ferrovia per Bellinzona, nell'ottica anche dell'ormai imminente apertura al traffico della nuova galleria di base del San Gottardo. In una prima tappa di presentazione pubblica dei lavori di allestimento dello spettacolo, proposta nel luglio del 2013 in occasione del festival Territori, Stroppini e De Benedictis hanno reso accessibili le loro ricerche d'archivio. A gennaio, nel secondo Step, si sono  aggiunte le testimonianze e le storie delle persone che attorno alla ferrovia hanno costruito la loro quotidianità. Nell’ultimo Step di presentazione, a luglio di quest’anno in occasione del festival Territori, verrà presentata un particolare consegna del copione agli agli attori.

 

Immagina...

Seguici con