Concerto OSI

OSI al LAC-OSI in Auditorio, la stagione 2019/20 con Rete Due

Vai alle puntate

L’attesa stagione concertistica luganese dell’Orchestra della Svizzera italiana si inaugura giovedì 26 settembre alla sala Teatro del LAC con il direttore Alexander Vedernikov e il violoncellista tedesco-canadese Johannes Moser, impegnato anche con un violoncello elettrico. Direttori e solisti di richiamo internazionale si alterneranno accanto all’OSI dal 26 settembre 2019 al 23 aprile 2020 per proporre 10 concerti al LAC e 4 concerti all’Auditorio Stelio Molo.
Rete Due diffonderà i concerti in
diretta radiofonica su Rete Due dalle 20.30.
I quattro concerti all’Auditorio verranno diffusi anche in videostreaming. La RSI, in qualità di partner principale, siglerà 9 programmi con il marchio dei CONCERTI RSI.

 

Al LAC, dopo l’inaugurazione del 26 settembre, ritroveremo il 17 ottobre il pianista inglese Benjamin Grosvenor, impegnato nel Primo Concerto per pianoforte di Chopin con Markus Poschner, che interpreterà anche le quattro ouverture scritte da Beethoven per il Fidelio. Programma alternativo la sera del 7 novembre con la celeberrima Anoushka Shankar, affiancata dal direttore principale dell’OSI in un percorso fiabesco tra i colori dell’Uccello di fuoco di Stravinskij e le sonorità indiane del sitar.

Opere diverse del Classicismo e del Romanticismo il 21 novembre con Julian Rachlin, violinista e violista austriaco di origine lituana - in veste di direttore - e il violinista taiwanese Ray Chen, che eseguirà il Concerto per violino di Bruch.

Appuntamento il 5 dicembre con il violoncellista francese Gautier Capucon per il Secondo Concerto di Šostaković e con Markus Poschner per la Symphonie Fantastique di Berlioz.

Da febbraio 2020 saliranno di nuovo sul palco del LAC artisti quali Julia Fischer (Beethoven, Concerto per violino e orchestra), Khatia Buniatishvili (Beethoven, Concerto per pianoforte e orchestra n.3), Patricia Kopatchinskaja (Sibelius, Concerto per violino e orchestra), per poi concludere il 23 aprile con la serata diretta da Daniele Gatti e concentrata sul tema della “natura” (Schumann, Sinfonia n.1 Primavera; Beethoven, Sinfonia n.6 Pastorale).

Il 9 gennaio l’Orchestra si sposta sul palco dell’Auditorio Stelio Molo RSI di Lugano per la stagione OSI IN AUDITORIO proposta nella formula “Play & Conduct”.

OSI collaborerà intensamente con personalità musicali di altissimo spessore artistico quali Renaud Capuçon, Francois Leleux, Avi Avital e Maxim Emelyanychev, coinvolti nel doppio ruolo di solisti e direttori.

I quattro concerti all’Auditorio - tre dei quali replicati poi alla Chiesa di San Biagio a Bellinzona-, verranno diffusi anche in videostreaming (rsi.ch/live-streaming).