Anatomia delle scuse

di Mario Fabio

Una stretta di mano, un sorriso. E poi le scuse. Del resto dire scusa è un buon modo per avere l’ultima parola.

Così mi hanno colpito quelle fatte dal governo tedesco alla Namibia. Per la prima volta, qualche giorno fa, la Germania ha riconosciuto di essersi macchiata, in epoca coloniale, di un vero e proprio genocidio. Tra il 1904 e il 1908, furono massacrate le popolazioni di allevatori degli Herero e dei Nama, popolazioni che vivevano in quella che oggi è la Namibia moderna, stato indipendente solo a partire dal 1990.