Roberto Jarach

di Cristina Carpinelli

Dalla parte degli Svizzeri
Sabato 1. dicembre 2018 alle 17:45

Era il 1944, la famiglia Jarach, era fuggita in svizzera, scappando da Milano e dalla deportazione ebraica. Ed è a Lugano che nascerà nel 1944  Roberto Jarach, oggi presidente del memoriale della Shoà, un luogo simbolico, in Stazione Centrale a Milano. Quel binario 21, dal  quale partivano i treni per i campi di concentramento. "Ancora oggi la Svizzera per me è luogo di pace, memoria di dolcezza, un posto dove torno proprio per ricongiungermi a una parte di me".