Lili Hinstin (Keystone )

Lili Hinstin

di Patricia Barbetti

In diretta dal Palacinema di Locarno

Tredicesimo nome e seconda donna alla guida del Locarno Festival, la francese Lili Hinstin dallo scorso agosto succede a Carlo Chatrian quale direttrice artistica della rassegna locarnese. Fra le sue intenzioni c’è quella di aprire ulteriormente il festival alle nuove tecnologie, a nuovi modi di produrre immagini, come le realtà virtuali (semplicemente dette VR), includere le serie TV e le nuove forme di produzione, come i servizi streaming di Netflix, Amazon e di altre piattaforme. Al suo fianco e per la scelta dei film della settantaduesima edizione del 2019 è stato di recente nominato un nuovo Comitato di selezione "giovane, libero e audace, immagine del festival e della sua storia". Con Lili Hinstin i due cinefili senza guinzaglio Marco Zucchi ed Enrico Magrelli daranno i loro giudizi su alcuni nuovi film giunti nelle nostre sale, mentre per il teatro Simon Waldvogel, autore e regista di "L’amore ist nicht une chose for everybody (loving kills)" ci dirà la sua su "cosa vuol dire oggi avere trent’anni, vivere in una società occidentale e confrontarsi con l’amore", tematica dello spettacolo in scena al Teatro Foce di Lugano venerdì 11 gennaio.

 

Ora in onda Radio svizzera classica In onda dalle 1:30
Brani Brani in onda Bowling Alley Boogie - David Braid Ore 0:29