Ospite: Alfonso De Vreese

di Sabrina Faller

La XXXesima edizione del FIT, Festival Internazionale del Teatro di Lugano sta per concludersi e il nostro ospite di questa puntata è il giovane attore italo-belga Alfonso De Vreese, tra i protagonisti del progetto Lingua Madre. Capsule per il futuro, ideato da Carmelo Rifici e Paola Tripoli, che ha vinto il Premio Hystrio 2021 Digital Stage. Non solo, il nostro pubblico lo conosce per averlo visto di recente al LAC nel "Sogno di una notte di mezza estate" diretto da Andrea Chiodi e in altre produzioni. Questo fine settimana il FIT ospita l’evento-clou di questa edizione, il debutto in prima assoluta di "Bros", il più recente lavoro di Romeo Castellucci, regista visionario e cofondatore della Socìetas di Cesena, già trionfatore al Festival di Salisburgo, che oggi propone uno spettacolo in cui “prevale l’azione rispetto al pensiero… il pensiero abdica al suo ruolo di causa che genera azioni, e pure a quello di giudice delle azioni appena compiute”. E con i nostri due cinefili senza guinzaglio Enrico Magrelli e Michele Serra non mancheremo di dibattere sui titoli cinematografici in uscita nelle nostre sale.