Ospite: Giancarlo Cauteruccio

di Sabrina Faller

Regista, scenografo, autore, attore, Giancarlo Cauteruccio, attivo a Firenze da oltre quarant’anni, è tra i registi più innovativi della seconda avanguardia teatrale italiana, grazie alla sua specificità linguistica di ricerca e applicazione delle nuove tecnologie alle arti sceniche fin dagli esordi del suo iter artistico. È pronto il suo nuovo Beckett - nume tutelare di tutta la sua vita - "L’ultimo nastro di Krapp", in procinto di debuttare a Firenze, al Teatro Niccolini. A Milano è in scena il nuovo allestimento di Carmelo Rifici, "Doppio sogno" di Schnitzler, nella riscrittura di Riccardo Favaro, che vede impegnati i giovani attori diplomati della Scuola del Piccolo Teatro. Il cinema affila le unghie e le copre di paillettes in vista delle feste natalizie, sono in uscita titoli a raffica selezionati per noi da Moira Bubola e Francesca Monti, mentre la musica e il teatro musicale accompagnano come di consueto con molti appuntamenti questo scintillante periodo dell’anno.