Dublino (iStock)

Bevitori, patrioti e scrittori

di Sonja Riva

Partiamo quindi per il “Grand Tour”, da Dublino e dall’Irlanda. Isola antica e immortale. Terra d’acqua e di vento, di castelli diroccati e spiriti gioviali. Dalle parole aspre, dalla semplicità struggente dei suoi autori, dalle sue menti d’eccezione e dai suoi abitanti inclini alla fantasia. Da una terra di incanti e misticismo, con le sue antiche tradizioni gaeliche.  Da una storia di scontri politici e religiosi feroci, un grande patriottismo e un grande consumo di birra, whisky e tè. Nazione anche con un passato di povertà e miseria, costretta a più riprese ad un’emigrazione di massa. Dublino è la capitale dei pub, della musica e dell’immaginazione. Dalla grazia disincantata solare e malinconica. La città che ha trovato il nuovo in quello che c’era. Profondamente cattolica, è una delle capitali più giovani d’Europa, rinata a nuova vita e identità dopo la caduta del muro di Berlino. Dove i suoi grandi scrittori, e premi Nobel, da Joyce, a Swift, Bram Stoker, Beckett e Yeats sono un po’ eroi cittadini. E dove la letteratura e la musica popolare avvolgono la sua cultura. E la trasformazione architettonica ed economica recente di Dublino, l’hanno resa una grande capitale europea. Ve la raccontiamo con la sua musica, la sua poesia, i suoi autori e diversi ospiti.

Brani Brani in onda Why Does It Hurt When I Pee? - Inventionis Mater Ore 19:59