London calling

di Michela Daghini

È la volta della grande città-mondo, eternamente sospesa fra tradizione e modernità con uno sguardo al futuro e all’eccellenza. È la capitale britannica, che da sempre attrae stranieri e talenti da tutto il pianeta. Un viaggio tra le strade, le storie narrate dagli edifici, dai quartieri, dal fiume e da chi vive sui canali. Dalla trama di sentieri dei primi villaggi dei Britanni alla città romana; dalla Londra thatcheriana a quella di oggi, vivacissima, opulenta ed esclusiva, che conosce però anche la povertà. Un viaggio anche tra le pagine letterarie degli scrittori che hanno scelto la grande città sul Tamigi per vivere, sulle sponde del fiume simbolo del commercio, della ricchezza, della cultura e della potenza dell’Impero britannico. Ma anche un percorso nel grande teatro, in quello che è l’Olimpo assoluto della nuova drammaturgia e del grande musical, per uno sguardo alla cultura attraverso i secoli. Dalle forme di intrattenimento popolare, alle opere che hanno costruito l'immaginario inglese ed europeo degli ultimi secoli, smantellando la tradizionale distinzione tra cultura alta e bassa. In quel luogo di Storia che, tra passato e presente, non smette di essere al centro dell’attenzione internazionale. Con noi l’anglista Margaret Rose, insegna Storia del teatro inglese e letteratura inglese all’Università degli Studi di Milano; il noto storico inglese Donald Sassoon; lo scrittore Mario Maffi, già docente di cultura anglo-americana e autore di vari saggi su Londra e sul Tamigi (tra cui "Londra. Ritratto di una città", per Odoya, e "Città di memoria. Viaggi nel passato e nel presente di sei metropoli", per Il Saggiatore); l’attrice teatrale e docente al British Council Harriet Carnevale. E visiteremo anche alcuni luoghi misteriosi della città con Corrado Augias nel suo "I segreti di Londra, edito da Mondadori.