Danilo Montaldi, "Autobiografie della leggera", Bompiani

di Luca Scarlini

Danilo Montaldi (1929-1975) ha dato voce agli ultimi, alle persone che vivevano ai margini della società, di cui ha studiato i riti e i costumi come un antropologo. Eppure il suo libro più celebre, uscito da Einaudi nel 1961, è anche una perfetta macchina narrativa. Sullo sfondo della Bassa Padana, tra Storia che scorre, e minime alterazioni di un paesaggio umano che sembra fuori dal tempo, Montaldi, raccogliendo le memorie di persone che fino a quel momento non avevano voce, ha disegnato un ritratto complesso di un'Italia rurale sull'orlo di un cambiamento epocale. Luca Scarlini ha letto per noi "Autobiografie della leggera. Emarginati, balordi e ribelli raccontano le loro storie di confine".