Simone Innocenti, Vani d'ombra, Voland

di Laura Forti

Un trauma infantile che resta incastrato nella memoria, che impedisce di trovare pace, che porterà a un'inevitabile conclusione. Un romanzo che ha un colore, il bianco accecante dei ricordi, che sembra quasi un diario febbrile, dove dettagli e emozioni si dilatano e avvolgono il lettore. Laura Forti ha letto "Vani d'ombra" di Simone Innocenti.