Philippe Daverio

di Marco Pagani

Critico d'arte, giornalista, conduttore televisivo e docente, oltreché vulcanico uomo del suo tempo. Philippe Daverio nasce in Alsazia da padre italiano e madre alsaziana: frequenta prima la Scuola Europea di Varese, e poi studia economia e commercio, senza laurearsi, alla Bocconi di Milano. Ha curato varie pubblicazioni sui movimenti d'avanguardia tra le due guerre. Ha collaborato in passato con riviste come Panorama, Vogue e Liberal, mentre attualmente collabora con il quotidiano Avvenire. Nel 1999-2000 è stato inviato speciale della trasmissione Art'è su RaiTre. Conduce la trasmissione Il Capitale di Philippe Daverio su RaiTre. Ha condotto anche la serie Passepartout su RaiTre e Emporio Daverio su Rai 5, oltre a essere direttore del periodico ART e dossier. Collabora inoltre ad una rubrica sull'arte nel mensile del Corriere della Sera, "Style Magazine". È attualmente docente ordinario di Disegno Industriale presso la Facoltà di Architettura dell'Università degli Studi di Firenze. Nel 2011, in concomitanza dei festeggiamenti per il 150º anniversario dell'Unità d'Italia, fonda il movimento d'opinione "Save Italy". Il movimento, privo di una struttura organizzativa, si propone di sensibilizzare intellettuali e cittadini di ogni provenienza geografica ("la denominazione inglese serve a testimoniare che il patrimonio culturale dell'Italia non appartiene solo agli italiani ma al mondo intero, anche perché il latino si studia oggi molto più a Oxford che a Pavia", ha dichiarato Daverio in una delle sue innumerevoli conferenze) alla salvaguardia dell'immensa eredità culturale dell'Italia.

Tags: In altre parole, Philippe Daverio

Philippe Daverio (RSI)

Ogni centesimo conta

Seguici con