La Recensione

di Giordano Montecchi

La Recensione di Reteduecinque
Da lunedì 16 a venerdì 20 aprile 2018 alle 16:00

Barbara Hannigan canadese e Norma Winstone londinese sono entrambe due grandi o grandissime cantanti. Diversissime però. La prima superba domatrice delle più trasgressive o acrobatiche partiture contemporanee: La seconda finissima, aristocratica interprete di quella che si può già certamente definire tradizione del jazz britannico. "Crazy Girl Crazy" di Barbara Hannigan e "Descansado" di Norma Winstone, già dal titolo preannunciano le loro comunque magnifiche personalità di interpreti.

Borusan Quartet è un quartetto d’archi costituitosi nel 2005 Istambul. La diffusione della pratica accademica della musica occidentale nei paesi del Medio e dell’Estremo Oriente solleva molte e complesse questioni. In questo caso, “Company” è il titolo dell’album, siamo di fronte a una proposta in cui il confine fra Est e Ovest sfuma in una relazione di continuità attraverso un interessante accostamento di autori che attingono e valorizzano le molte radici comuni dei due mondi.

La settimana si conclude all’opposto, sulla rotta atlantica. "Two Minuettos" è un pregevole live di Uri Caine e Paolo Fresu, registrato a Milano, nei cui arrangiamenti e improvvisazioni si rincorrono senza inibizioni almeno quattro secoli di musica.

Per finire, Black Manhattan vol. 3, nuovo capitolo di una raffinata rilettura di un’epoca straordinaria: la New York di inizio xx secolo, quando il jazz era ancora in fasce, e i compositori afroamericani ponevano le basi della Harlem Renaissance.

Barbara Hannigan, Crazy Girl Crazy, Alpha Classics

Norma Winstone, Descansado, ECM

 

Borusan Quartet, Company (Pärt, Uҫarsu, Glass, Vasks)

 

Uri Caine, Paolo Fresu, Two Minuettos, Tǔk Music

 

Paragon Ragtime Orchestra, Black Manhattan vol. 3, New World Records

 

I Mondiali alla RSI

Seguici con
Altre puntate