Leonard Bernstein
Leonard Bernstein (Keystone)

La Recensione

di Giordano Montecchi

Da lunedì 11 a venerdì 15 febbraio 2019

Apriamo la settimana con un magnifico programma di musiche corali di Stravinsky, Schönberg, Bernstein e Zemlinsky: Symphonic Psalms & Prayers (Signum Classics) vede alla ribalta i britannici del Tenebrae Choir, sicuramente uno dei complessi vocali più ammirati oggi in circolazione.

Di seguito, ecco il primo “omaggio”, in una settimana che ne contiene più d’uno: Barbara, l’affascinante, enigmatica cantautrice parigina scomparsa una ventina d’anni fa, alla quale il pianista Alexandre Tharaud ha dedicato un doppio cd Erato: un profluvio di aromi e voci diverse per ricordare un’autentica icona della canzone francese novecentesca.

A ruota, ecco un altro tributo: Connie Converse, americana, anch’essa cantautrice e tristemente dimenticata. Scomparve infatti nel 1974 in circostanze ancora oggi misteriose, lasciandoci una ventina di registrazioni che uscirono su disco solo trent’anni dopo. Ora la Tzadik le dedica Vanity of Vanities, un sorprendente tributodal gusto “avant-post-under ecc.” prodotto da John Zorn in persona.

La scelta di giovedì viene dal profondo di chi a una nuova registrazione del Canto della terra di Mahler prova il batticuore. Ancora una volta è successo con questo cd BR Klassik che schiera Simon Rattle, l’Orchestra della Radio Bavarese, Magdalena Kožená, Stuart Skelton.

La settimana si chiude con un altro, grande omaggio: otto dischi in un colpo solo in occasione del centenario della nascita di Leonard Bernstein (Lawrence, MS, 1918). È la raccolta delle registrazioni edite dalla Naxos e dirette da Marin Alsop, magnifica direttrice d’orchestra statunitense che, da tempo, è fra i migliori interpreti di Leonard Bernstein, suo maestro e mentore.

 
Ora in onda Radiogiornale notte In onda dalle 0:30
Brani Brani in onda Magic Saturn - Rob Mazurek Pulsar Quartet Ore 0:26