"An East African Journey" di Omar Sosa; Otá Records (dettaglio copertina (melodia.com)

La Recensione

di Giordano Montecchi

Da lunedì 03 a venerdì 07 maggio 2021

Hans Rott, viennese, talento straordinario, se ne andò a soli 25 anni nel 1884 lasciando un pugno di composizioni che per la loro arditezza entusiasmarono e sconcertarono i suoi contemporanei, da Bruckner, a Brahms a Mahler. Scomparso totalmente dalla memoria per oltre un secolo, fu riscoperto nel 1989 quando per la prima volta fu eseguito il suo capolavoro, quella stupefacente Sinfonia in Mi maggiore che svetta nel secondo volume delle sue "Orchestral Worksedite" dall'etichetta Capriccio.

Già dal titolo, "Mozart y Mambo", questo cd di Alpha Classics dichiara la sua natura. Il progetto nasce dai soggiorni a Cuba di Sarah Willis, cornista dei Berliner Philharmoniker, affascinata dalla vitalità ed energia ritmica che accomuna Mozart e la musica cubana, due pianeti così lontani almeno in apparenza. Forte del suo entusiasmo contagioso, Willis ha coinvolto l'orchestra del Lyceum dell'Avana e altri musicisti in un'impresa che, al di là di ogni giudizio serioso, sprizza allegria e luminosità da tutti i pori.

Omar Sosa è sicuramente uno dei più stimati e ammirati musicisti cubani. "An East African Journey" (Otá Records) testimonia il suo profondo attaccamento alle radici africane. Nel 2009 compì un lungo viaggio di studio in diversi paesi dell'Africa orientale nel corso del quale effettuò numerose registrazioni sul campo. Alcune di quelle registrazioni vedono la luce adesso, con l'innesto di Omar Sosa e il suo trio, impegnati nel rendere a questa musica un omaggio che ha qualcosa di filiale.

Birds On a Wire è un duo: la voce di Rosemary Standley e il violoncello di Dom La Nena. Ramages è il loro secondo album che, insieme ad alcuni altri musicisti, raccoglie una squisita antologia di canzoni le più diverse. Dal Medioevo a Gino Paoli, da Fauré ai Pink Floyd le reinterpretazioni che ne escono sono in realtà trasfigurazioni il cui tono lirico, sospeso delicatamente tra favola, elegia e popolare, conferisce al tutto un colore inconfondibile.

"Stille Liebe" è un Lied appartenente agli Zwölf Gedichte Op. 35 composti da Schumann su poesie di Justinus Kerner. Ma è anche il titolo di una nuova produzione Harmonia Mundi che segna il debutto discografico di Samuel Hasselhorn, giovane baritono tedesco di Göttingen, accompagnato al pianoforte da Joseph Middleton. Ci sono molti aggettivi per definire quel genere di debutti che lasciano gli astanti a bocca aperta. Ascoltare per scegliere la parola giusta.

 
Ora in onda Prima fila - Pavillon Suisse In onda dalle 20:30
Brani Brani in onda The night has a thousand eyes - The Stan Getz Quartet Ore 20:07