La Recensione

con Anna Menichetti

Grazia Raimondi (Facebook)

La Recensione di Reteduecinque
Da lunedì 21 a venerdì 25 novembre 2016 alle 16:00

Il cuore pulsante della musica, batte per infinite sfere e batte anche attraverso innumerevoli mondi: la sua universalità non fa distinzioni di genere, di culture, di territori. Con i suoni, dunque, si raggiungono cieli diversissimi fra loro senza perdere la bussola: l'orientamento è fatto di spazi acustici! Perciò le proposte di questa settimana si librano nell'aria e passano da giochi cameristici, vocali e di tradizione con estrema libertà e curiosità.

Il ciclo si apre con il bravissimo Emanuele Segre e la sua chitarra che omaggia la scrittura bachiana per questo strumento. Da queste sonorità intime e tardo barocche, si passa a un lavoro polifonico e polisemico che ci introduce alle musiche, ai testi, ai canti e alle visioni de La Macina con Gastone Pietrucci che ci trascina nella bella terra delle Marche: un omaggio, anche alle ultime vicissitudini che hanno colpito il centro Italia; si prosegue con Il principe degli archi: melodie, madrigali, notturni per il violino straordinario di Grazia Raimondi e il pianoforte puntuale di Aldo Orvieto, con la partecipazione del grande violoncellista Luigi Piovano; si attracca poi al canto liederistico con fortepiano di Carl Philipp Emmanuel Bach, Beethoven e Schubert nelle fascinose proposte di Laura Fabris e Carlo Mazzoli. Il Tour si conclude, infine, verso regioni musicali di spazi incredibili rivolte ad Est con Mario Marzi al sax, Simone Zanchini all'accordion e Paolo Zannini al pianoforte, per un tracciato funambolico che ci porta, come dice il titolo del CD, in All Directions.

Emanuele Segre, J. S. Bach per chitarra Limen

La macina, Nel vivo di una lunga storia, ed. Squilibri 02 libretto

Il principe degli archi, Raimondi-Orvieto-Piovano, ed. Wide Classique

Gestliche Lieder, Fabris-Mazzoli ed. Vermeer

All Directions, Marzi-Zanchini-Zannini, Limen

 

Storie: Orizzonte bianco

Seguici con
Altre puntate