Murales a Budapest
Murales a Budapest (Keystone)

Il portavoce della rivoluzione

di Matteo Tacconi

LASER
Lunedì 24 ottobre 2016 alle 09:00
Replica alle 22:35

Tra il 23 e il 24 ottobre del 1956, sessant'anni fa esatti, scoppiò la rivoluzione ungherese, una sollevazione contro il regime comunista e l'ipoteca esterna esercitata dall'Unione sovietica sul Paese. Si combatté fino al 4 novembre, quando l'Armata Rossa chiuse la partita, lanciando l'offensiva finale contro gli insorti.

Quella rivolta, breve ma coraggiosa, resta però scolpita, per il suo enorme significato, nella storia. E in questo Laser viene ripercorsa attraverso la vita di Miklos Vasarhelyi, il portavoce del governo rivoluzionario guidato da Imre Nagy, e la storia della sua famiglia. A narrarle è Julia, la sua figlia maggiore.

Dall'infanzia a Fiume all'adesione al comunismo; dai dubbi sullo stalinismo alla fase rivoluzionaria; dalla prigionia che ne seguì alla liberazione finale dal regime nel 1989; dal ruolo nella transizione fino all'amarezza finale per il verso che essa prese, la vicenda di Vasarhelyi si intreccia con la storia ungherese e dell'intero '900, e trova nell'anno della rivoluzione il suo fulcro essenziale.

Brani Brani in onda Candide. Operette - Michael Sanderling; DIR / Berner Symphonieorchester; ENS Ore 9:41