Christoph Blocher (Keystone)

Incontro con Christoph Blocher

di Mauro Frigerio

LASER
Da mercoledì 14 a giovedì 15 febbraio 2018 alle 09:00
Replica alle 22:35

 

Vice-presidente dell’UDC svizzera, ex-Consigliere federale, imprenditore, collezionista d’arte Blocher è anche uno degli uomini più ricchi della Svizzera - e uno dei più noti all’estero per le sue posizioni oltranziste sull’immigrazione e il suo rifiuto di un’adesione della Svizzera all’Unione Europea.

Christoph Blocher è un visionario e un reazionario allo stesso tempo, uno in cui sembrano confluire buonsenso imprenditoriale, estremismo politico e un patriottismo d’altri tempi. 

Chi è quest’uomo, come funziona e perché uno come lui che scegli i toni forti e lo scontro politico piace in una Svizzera politicamente così corretta e aperta al compromesso?

Abbiamo incontrato Christoph Blocher nella sua villa di Herrliberg, sul lago di Zurigo. Con lui abbiamo parlato dei suoi valori, delle sue paure, dell’UE, della rocambolesca azione politica che gli costò la poltrona di Consigliere Federale. E abbiamo parlato di media e dell’iniziativa No Billag.

Blocher ne ha per tutti: da Philipp Hildebrand, ex-presidente della Banca Nazionale Svizzera; a Jean-Claude Junker, presidente della Commissione europea; a Eveline Widmer-Schlumpf che gli successe in Consiglio federale.

Un Blocher sanguigno, come lo conosciamo bene, ma anche un Blocher riflessivo e auto-ironico, meno noto.

 

CoreLeoni

Seguici con