Festival internazionale di narrazione di Arzo - Scintille (© Simone Mengani)

Le donne, il lavoro, la memoria

Incontro con Laura Curino, di Giovanni Fattorini

Laser SPETTACOLO
Venerdì 25 agosto 2017 alle 11:35

Replica del 2005

 

Laura Curino è probabilmente l'interprete femminile più significativa del teatro di narrazione in Italia. Attrice, regista e drammaturga torinese, fonda nel 1974 il Laboratorio Teatro Settimo con il regista Gabriele Vacis, con l'intento di fare teatro di ricerca. Insieme esplorano il mondo delle donne e del lavoro, con una speciale attenzione al passato, firmando spettacoli come “Signorine” (1982), “Passione” (1992), “Adriano Olivetti” (1998) o “Fenicie” (2000) e raccogliendo premi e riconoscimenti internazionali. In occasione della 18esima edizione del Festival Internazionale di narrazione di Arzo, appuntamento che si rinnova ogni anno e che ha visto Laura Curino protagonista più volte -in anni recenti con il magnifico monologo “Scintille” -, riproponiamo un incontro di Giovanni Fattorini del 2005, che approfondisce gli aspetti fondamentali del lavoro di ricerca della grande interprete.

Ogni venerdì in prima serata, Patti chiari

Seguici con