James Brandon Lewis Red Lily Quintet: Jesup Wagon (Tao Forms, 2021)

di Paolo Keller

James Brandon Lewis è ormai una delle più belle realtà dell’attuale jazz afroamericano. Tenorsassofonista, compositore, bandleader, mente di progetti inusuali, qui lo ritroviamo alla testa del suo Red Lily Quintet (Kirk Knuffke, tp. - William Parker, cb. - Christopher Hoffman, cello - Chad Taylor, batt.) in un concept album dedicato ad una figura importante della cultura nero americana, il botanico, chimico, agronomo George Washington Carver che nei primi anni del ‘900 percorse le lande del sud degli Stati uniti per insegnare alle poverissime popolazioni che vi abitavano nuove e vitali tecniche di coltivazione. Il Jesup Wagon del titolo era una sorta di carro aperto trainato da cavalli attrezzato con tutto il necessario per istruire i contadini che incontrava, vera e propria cattedra ambulante di botanica e agronomia. Morris Ketchum Jesup, banchiere e filantropo, fu il fervente sostenitore e sponsor di questo progetto, oltre che ad esempio di spedizioni di scoperta dell’Artico, di ricerche etnologiche e antropologiche.