Alessandra Doninelli e Dominic Chamot
Alessandra Doninelli e Dominic Chamot (© Sergio Fernandes Pires )

Il Live di Reteduecinque è... MusicaViva

con Alessandra Doninelli e Dominic Chamot, di Giuseppe Clericetti, venerdì 03 luglio 2020 alle 14:30

Alessandra Doninelli, violoncello
Dominic Chamot, pianoforte

Il Live di Reteduecinque di venerdì 03 luglio ci offre l’occasione di scoprire, in diretta radiofonica su Rete Due e in videostreaming il Duo formato da due giovani musicisti svizzeri, già affermatisi sulle scene internazionali: la violoncellista ticinese Alessandra Doninelli e il pianista Dominic Chamot.

L’appuntamento fa parte della serie di contributi in diretta radiofonica e videostreaming che le tre reti radio RSI producono sotto l’egida del marchio MusicaViva, tornando a fare esibire “dal vivo” i musicisti della Svizzera italiana.

Sul palco dell’Auditorio Stelio Molo, dove suoneranno live e si racconteranno al microfono di Giuseppe Clericetti, Alessandra Doninelli e Dominic Chamot porteranno le note della celebre e apprezzatissima Sonata per violoncello e pianoforte op.38 di Johannes Brahms. La prima delle due Sonate che il compositore consacrò a questi due strumenti e che scrisse nell’arco di più anni, dedicandola all’amico e violoncellista dilettante Josef Gänsbacher, pone i due strumenti in rapporto paritetico e presenta numerosi omaggi retrospettivi ai contrappunti dell'Arte della fuga di Bach e all’epoca classica. A inaugurare questo ulteriore appuntamento di MusicaViva sarà però la popolare e suadente melodia dell’aria “Mon coeur s’ouvre à ta voix” dall’opera Samson et Dalila di Camille Saint-Saëns, proposta nell’arrangiamento per violoncello e pianoforte.

 

ALESSANDRA DONINELLI

La giovane violoncellista elvetica ha ottenuto riconoscimento internazionale con il suo debutto alla Berliner Philharmonie, dando la première del concerto per violoncello e orchestra di Daniel Pacitti ed esibendosi in altre sale rinomate quali la Tokyo Opera City, la Minato Mirai Hall di Yokohama, il Mozarteum di Salisburgo, la Tonhalle di Zurigo, il Palazzo Federale a Berna e il Palau de la musica Catalana a Barcellona.
Si è esibita come solista, tra le altre, con la Sinfonieorchester Basel, l'Orchestra delle Svizzera Italiana, la Stuttgarter Kammerorchester, la Camerata dei Castelli, la Young Eurasian Soloists Chamber Orchestra e la United Soloists Orchestra sotto la guida di Andrey Boreyko, Kevin Griffiths e François Benda.
Alessandra è stata invitata in numerosi festival (Pablo Casals Festival, Monighetti&Friends, Musik Miteinander, Kronberg Academy, Herbst in der Helferei, Musique à Flaine, Ceresio Estate e Ticino Musica), dove in veste di camerista ha collaborato con musicisti rinomati come Vilde Frang, Yura Lee e Calogero Palermo.
Nata nel 1995 a Bellinzona, Alessandra ha cominciato a suonare il violoncello all’età di cinque anni. È stata allieva di Taisuke Yamashita al Conservatorio della Svizzera Italiana a Lugano e in seguito ha studiato con Ivan Monighetti e Sol Gabetta alla Musikhochschule di Basilea. Alessandra ha inoltre fatto parte della classe - 2019 alla Pavia Cello Academy sotto la guida di Enrico Dindo e attualmente continua i suoi studi alla Escuela Superior de Musica Reina Sofia a Madrid. Alessandra suona un violoncello di Bernard Simon Fendt II del 1840.

 

DOMINIC CHAMOT

Nato nel 1995 a Colonia, ma con passaporto anche svizzero, Dominic Chamot, nonostante la giovane età, ha al suo attivo molti premi internazionali ed è acclamato dal pubblico. Molto impegnato e richiesto sia come solista che come musicista da camera, di recente Dominic ha vinto -fatto sensazionale- due primi premi e un secondo premio in Concorsi internazionali in Germania, Italia e Spagna. Già in precedenza era stato riconosciuto come “giovane talento”: a 12 anni è entrato nella prestigiosa classe di Sheila Arnold al Pre-College della Hochschule für Musik und Tanz di Colonia e ben presto si sono susseguiti per lui premi internazionali a Berlino, Zwickau, Enschede, Weimar, Colonia, oltre ad inviti nelle più importanti sale da concerto (Filarmoniche di Berlino e Colonia; Musikverein di Vienna). Ciononostante ha deciso in un primo momento di sottrarsi alle lusinghe e alla frenesia di tour e concerti, per concentrarsi sullo studio con il famoso pedagogo Claudio Martinez-Mehner a Basilea, affinando la propria tecnica e diplomandosi come solista (Bachelor e Master) col massimo dei voti e con distinzione. Durante questo periodo la sua notorietà come artista versatile è cresciuta e gli ha fatto ottenere sempre più ingaggi internazionali. Di recente ha suonato a più riprese nella Filarmonica di Berlino, ha vinto prestigiose borse di studio in Svizzera (tra cui quella del PercentoCulturale Migros) ed è stato invitato dalla WDR Symphony Orchestra per suonare come solista alla Filarmonica di Colonia. A questi impegni sono seguiti numerosi inviti in tutta la Germania, un’esibizione alla Steinway Hall di New York nella cornice del “Classical Bridge Festival”.

Attualmente è molto richiesto come musicista da camera e accompagnatore ed è stato invitato presso prestigiosi festival di musica da camera europei.

Ora in onda Tenera è la notte In onda dalle 0:40
Brani Brani in onda Getting Better - Wildflower Ore 0:26