(iStock)

Il valore economico dell'opera lirica

di Generoso Chiaradonna

Senza contare il periodo fiorentino, meglio ancora “mediceo” della fine del 16 secolo, è da oltre duecento anni una delle forme teatrali più note che con Mozart, Rossini, Donizetti, Verdi, Bizet e Puccini ha contribuito alla divulgazione di un genere erroneamente attribuito alle classi alte e colte. In realtà non c’è nulla di più popolare e contemporaneo del melodramma. In molte delle arie d’opera si ritrovano temi attuali come il femminicidio (nella Carmen di Bizet); la lotta per il potere (il Macbeth di Verdi) o l’impunità del prepotente di turno (il pessimo duca di Mantova nel Rigoletto verdiano). Insomma, con il melodramma scopriamo che le passioni e le storture umane sono più o meno le stesse da secoli. In fondo l’umanità, fatta la dovuta tara che la cultura richiede, è questa roba qua: un misto di amore, passione e ambizione. Ed è forse anche per questo che il melodramma continua ad avere successo, per certi versi anche economico.

 
Ora in onda Radio svizzera classica In onda dalle 1:30
Brani Brani in onda Kush - Ethan Iverson Ore 2:02