La Direttrice operativa dell’FMI accusata di manipolare il ranking mondiale della Cina

di Pietro Veglio

Secondo un recente audit indipendente Kristalina Georgieva - attuale Direttrice operativa del Fondo monetario internazionale (FMI) e fino a due anni fa Direttrice generale della Banca mondiale - avrebbe manipolato il ranking mondiale della Cina nel rapporto 2018 Doing Business (Facendo affari) della Banca mondiale. La manipolazione a favore della Cina sarebbe avvenuta dietro pressione di Pechino sull’allora presidente americano della Banca mondiale e l’allora no. 2 Georgieva. Con l’obiettivo di evitare l’imbarazzo cinese per il deterioramento del ranking della Cina (dal 78esimo posto nel 2017 all’85esimo nel 2018). Pressione avvenuta durante le discussioni dei due massimi rappresentanti dell’istituzione finanziaria washingtoniana con le autorità cinesi per convincerle ad accettare l’aumento del capitale della Banca mondiale. Georgieva ha respinto l’accusa ed è pronta a dimostrare la sua non colpevolezza nell’ambito di un’inchiesta interna promossa dal Consiglio di amministrazione di questa istituzione.