La pandemia sta esacerbando le disuguaglianze

di Sergio Rossi

L’estate sta finendo, mentre la pandemia non accenna a scomparire, neanche dopo il calo del numero di persone contagiate a seguito della campagna di vaccinazione, che recentemente ha visto ridursi il proprio impatto sulla popolazione ormai scettica a tale riguardo e stufa (per non dire irritata) delle restrizioni alla libertà individuale imposte dalle autorità politiche – spesso in maniera cacofonica e a volte anche contradditoria nel tempo o nello spazio di una piccola nazione come la Svizzera.