(iStock )

"Per aspera ad astra" (ma senza Brad Pitt…)

di Barbara Antonioli Mantegazzini

"Ad astra", letteralmente, "alle stelle", è il titolo di un recente film con protagonista un Brad Pitt in gran forma. Ma potrebbe benissimo essere lo slogan della sempre più intensa corsa al satellitare che sta interessando diversi paesi, non da ultimo la Svizzera. L’impresa vodese Astrocast sarà infatti il primo operatore elvetico a mettere in orbita e a gestire una propria rete di nanosatelliti. Come dice la parola stessa, si tratta di satelliti di piccole dimensioni e il cui peso, di norma compreso tra uno e dieci chilogrammi, mentre i microsatelliti vanno da 10 a 50 kg, permette di ridurre significativamente i costi di lancio in orbita, rendendo l’accesso allo spazio maggiormente rapido ed economico. Tale economicità permette, peraltro, anche a piccole e medie imprese e start up che si affacciano sul mercato di affrontare gli investimenti necessari. Ad esempio, per la compagnia francese ELO, che progetta una costellazione di 25 nanosatelliti nei prossimi tre anni, si parla di circa un milione ciascuno.

 
Brani Brani in onda Big city - Shirley Horn Ore 19:26