Concerto OSI

OSI al LAC- OSI in Auditorio 2018/19

Vai alle puntate

La nuova stagione concertistica luganese dell’Orchestra della Svizzera italiana, che dal 4 ottobre 2018 all’11 aprile 2019, coinvolgendo direttori e solisti di fama internazionale, alternerà il giovedì sera quattordici diversi programmi musicali nella Sala Teatro del LAC (OSI al LAC) e nell’Auditorio Stelio Molo RSI (OSI in Auditorio), verrà diffusa in diretta radiofonica su Rete Due dalle 20.30. 

Nell’arco di sette mesi si potranno ascoltare dieci serate alla Sala Teatro del LAC con cadenza quindicinale - tra ottobre e dicembre e poi tra febbraio e aprile – e quattro serate all’Auditorio Stelio Molo RSI nel corso del mese di gennaio 2019. I quattro concerti all’Auditorio verranno diffusi anche in videostreaming.

La RSI, in qualità di partner principale, siglerà otto programmi con il marchio dei “Concerti RSI”: fra questi anche il progetto che vede protagonista in due serate al LAC l’affermato pianista svizzero italiano Francesco Piemontesi, che accanto all’OSI e al suo direttore principale Markus Poschner rileggerà secondo un nuovo approccio interpretativo tutti i Concerti per pianoforte di Beethoven.

 

Due le principali linee guida della proposta artistica dell’OSI: la rilettura dei classici del repertorio sinfonico tardo romantico in forme più agili e vicine alla sensibilità odierna e l’allargamento a solisti di forte impatto sul pubblico.

OSI al LAC

In sei occasioni Markus Poschner sarà presente sul podio dell’OSI accanto ai solisti Martin Grubinger (Dorman, Frozen in time -Concerto per percussioni e orchestra), Viktoria Mullova (Šostakovič, Concerto per violino n.1), Francesco Piemontesi (tutti i Concerti per pianoforte e orchestra di Beethoven), Emmanuel Tjeknavorian (Brahms, concerto per violino) e Maximilian Hornung (Prokof’ev, Sinfonia Concertante per violoncello). Attesi poi direttori del calibro di Krzysztof Urbański, Valentin Uryupin, Vladimir Ashkenazy -direttore ospite principale OSI-, Michael Sanderling, e solisti attualmente tra i più richiesti quali Jan Lisiecki (Grieg, Concerto per pianoforte), Sergey Khachatryan (Sibelius, Concerto per violino), Piotr Anderszewski (Mozart, Concerto per pianoforte in do minore KV 491) e Carolin Widmann (Berg, Concerto per violino).

OSI in Auditorio

Tre artisti eclettici e di rinomanza internazionale, Yuri Bashmet (viola), Jörg Widmann (clarinetto) e Sergej Krylov (violino), saranno coinvolti il 10, 17 e 24 gennaio seguendo la formula “Play&Conduct”: si metteranno dunque in gioco nelle vesti di direttori e di solisti e -in occasione della presenza di Widmann- anche di compositori. Il 10 gennaio verrà inoltre coinvolto quale ulteriore solista il Primo clarinetto dell’OSI Paolo Beltramini, che interpreterà accanto a Yuri Bashmet il Concerto per clarinetto, viola e orchestra di Max Bruch. Il 17 gennaio sarà invece un Sestetto di Prime parti dell’OSI - Robert Kowalski, Hans Liviabella (violini); Ivan Vukčević (viola), Johann Sebastian Paetsch, Taisuke Yamashita, Felix Vogelsang (violoncelli)- a mettersi in gioco eseguendo 180 beats per minute di Jörg Widmann.

Infine il 31 gennaio Markus Poschner dirigerà il pianista italiano Andrea Bacchetti nel Concerto per pianoforte in do maggiore KV 503 di Mozart.

 

 

Le storie di Storie: Jullay Mara Lay

In onda
  • lu
  • ma
  • me
  • gi
  • ve
  • sa
  • do
20:30